83enne spara alla moglie e si uccide

Un architetto in pensione di 83 anni ha ucciso con un colpo di pistola la moglie, di 65, poi ha avvisato il figlio del suo gesto e infine si è tolto la vita rivolgendo l'arma verso di sé. La tragedia si è consumata a Case Vascelli di Medesano, sulle colline parmensi. Autore dell'omicidio-suicidio Luigi Diomede, di origini milanesi ma da tempo residente in provincia di Parma. La moglie si chiamava Giustina. Sull'episodio ora indagano i carabinieri ma sembra che l'uomo vivesse un momento di grave depressione per una grave malattia e che alla fine non abbia più sopportato le sofferenze. I coniugi Diomede abitavano da diversi anni in una villetta isolata nella campagna parmense e nessuno ha sentito nulla né ha raccontato di avere assistito a dissidi o litigi fra loro. Sul luogo sono arrivati, avvisati dal figlio, oltre ai carabinieri anche il personale del 118 ma per la copppia non c'era già più nulla da fare.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Commessaggio

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...